19 Set Secondo te cosa dovrebbero fare le aziende per aiutare le mamme lavoratrici?

 

“Sicuramente concedere orari flessibili. L’importante è che il lavoro venga svolto nei tempi e alle condizioni richieste, non importa se alle 9 del mattino o alle 21.”
Giovanna, Impiegata, 2 figlie – A&B Cinisello Balsamo

“Per agevolare le mamme lavoratrici ed evitare che per motivi organizzativi molte donne debbano abbandonare, per periodi lunghi se non per sempre, il mondo del lavoro, le aziende dovrebbero agevolare l’orario elastico e provare ad applicare lo smart working di cui tanto si parla ma ben poche aziende in Italia vogliono approcciare.”
Lucia, Management Assistant, 3 figli – A&B Repubblica

“Le aziende possono contribuire in diversi modi, a seconda delle caratteristiche delle aziende ma anche a seconda delle mansioni svolte dalle mamme. Se si tratta di aziende grandi, con un numero importante di mamme con figli in tenera età, mettendo a disposizione asili nido e scuole dell’infanzia in loco. Se le lavoratrici svolgono mansioni di vendita, per esempio, dando la possibilità di lavorare da remoto. Un’altra possibilità sarebbe il lavoro part – time. Tutto questo già avviene in alcune aziende; bisognerebbe forse estenderlo ad altre. Tuttavia credo che, più che aiuti, le aziende dovrebbero iniziare con rispettare i diritti delle donne in quanto lavoratrici ed equipararli a quelli dei colleghi maschi – ma questa è un’altra storia.”
Gabriela, Vendite Italia ed Estero, 1 figlia – A&B Repubblica

“Elasticità negli orari di lavoro, concedere part – time.”
Sabrina, Impiegata, 2 figli – A&B Cinisello Balsamo

“Orario flessibile, permettere di lavorare da remoto e non necessariamente in sede.”
Silvia, Responsabile Amministrativa, 2 figli – A&B Finocchiaro Aprile

“Sarebbe perfetto creare degli spazi per poter tenere i figli più piccoli nei periodi più critici mentre per i più grandi fare delle convenzioni con centri estivi seri dove i bambini possano imparare qualcosa oltre che a passare semplicemente il tempo.”
Simona, Sales Assistant Ufficio Amministrativo – A&B Cinisello Balsamo

“Le aziende dovrebbero permettere alle mamme di lavorare da casa senza problemi.”
Nicoletta, Sales Assistant, 2 figli – A&B Valla

“Praticare orari flessibili e dare a disposizione delle mamme degli asili nidi e scuole materne in azienda aiuterebbe economicamente le famiglie e la madre a gestire meglio il tempo tra lavoro e famiglia.”
Laura, Impiegata Amministrativa, 2 figli – A&B Valla

“Le aziende dovrebbero proporre tempi e modi di lavoro più flessibili, fornendo alle mamme un’opportunità professionale adeguata.”
Roberta, Segretaria Organizzativa Academy, 1 figlia – A&B Repubblica

“Le aziende dovrebbero aiutare le mamme attraverso strumenti di lavoro flessibili che possano dare la possibilità di poter lavorare da casa. Il giusto equilibrio è anche garantito attraverso gli orari che a mio parere non dovrebbero essere full – time.”
Beatrice, Commerciale e Marketing, 3 figli – A&B Cinisello Balsamo

“Fare si che sia più facile per le mamme tornare al lavoro dopo poco tempo, garantendo acordi e convenzioni con asili nido “comodi” (per quanto riguarda, ad esempio, la posizione rispetto all’ufficio); dare la possibilità, nel caso il tipo di lavoro lo permetta, di lavorare da casa (parzialmente o totalmente) durante i primi mesi/anno del bambino dopo la maternità obbligatoria.”
Nicoletta, Technical Safety Engineer, in attesa del primo figlio – A&B Finocchiaro Aprile

“Un asilo o un baby parking nel luogo di lavoro sarebbe un grandissimo aiuto e una testimonianza di attenzione e sostegno nei confronti delle lavoratrici.”
Marinella, Assistente Amministrativa, 1 figlia – A&B Cinisello Balsamo

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedIn