MUSICA IN UFFICIO, ITALIANI PRIMI «CONSUMATORI» IN EUROPA

12 Ott MUSICA IN UFFICIO, ITALIANI PRIMI «CONSUMATORI» IN EUROPA

 

La musica fa parte della nostra vita, e anche sul luogo di lavoro c’è chi non ne può fare a meno, ma c’è anche chi ama lavorare in assoluto silenzio. Che vi ritroviate nell’una o nell’altra categoria, sappiate che la scienza è dalla parte della musica: molteplici studi hanno infatti assodato che ascoltare musica durante il lavoro abbia effetti più che positivi sulla produttività.

Uno studio condotto da LinkedIn in collaborazione con Spotify, ha evidenziato che l’Italia è il primo paese in Europa per l’ascolto di musica a lavoro e il secondo a livello globale dopo gli Stati Uniti. Ascoltare musica a lavoro contribuisce a diminuire lo stress, favorisce l’incremento della produttività e della creatività dei dipendenti, e aiuta a svolgere le proprie attività in modo più rapido e soddisfacente. I lavoratori italiani nell’ascolto di musica in ufficio sono secondi solo a quelli degli Stati Uniti, infatti ben l’85% degli italiani, rispetto all’87% degli statunitensi, dichiara di ascoltare musica sul luogo di lavoro. Dietro l’Italia si classificano Spagna 83% e Francia 73%.

I motivi di questa scelta sono diversi, la maggior parte dei lavoratori che ascolta musica in ufficio dichiara di essere più produttivo, il 56% dichiara di essere maggiormente motivato durante l’ascolto della musica e che migliori la creatività. Il 39% prova una sensazione rilassante e il 17%, invece, sostiene che in questo modo riesce ad isolarsi dai rumori di sottofondo dell’ufficio e dei colleghi che invece distraggono, soprattutto negli open space. Ad ascoltare la musica in ufficio sono soprattutto coloro che usano per la maggior parte della giornata lavorativa il desktop o lo smartphone e ovviamente gli auricolari.

Particolarmente interessante risulta anche la tipologia di musica ascoltata. Gli italiani preferiscono i Coldplay, la canzone più ascoltata è Viva la Vida, seguono i Queen con Bohemian Rapsody, un classico sempre in grado di trasmettere energia e, infine, un altro brano conosciutissimo in tutto il mondo: Another brick in the wall dei Pink Floyd (23%). Il pop (61%) risulta il genere preferito dai professionisti, insieme alla musica classica (30%) e al rock (30%). Poco amati sono i musicisti nostrani, così come i generi hip hop e rap che risultano essere il sottofondo musicale meno adatto perché non favoriscono la concentrazione.

Qualunque sia il tuo genere musicale preferito, se sei alla ricerca di un ambiente di lavoro professionale e stimolante, dove puoi scegliere lo spazio che più si adatta alle tue esigenze in termini di spazio e tempo, scegli la flessibilità che ti offre A&B Business Center: scegli il tuo ufficio privato, il tuo openspace o la tua postazione lavoro in coworking, potrai ricevere professionisti per i tuoi appuntamenti nelle nostre sale riunioni e potrai utilizzare i nostri spazi anche solo per un’ora. Ti aspettiamo!

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedIn