LE 10 AZIENDE PIU’ INNOVATIVE AL MONDO

06 Apr LE 10 AZIENDE PIU’ INNOVATIVE AL MONDO

 

Partorite da intuizioni geniali, già sincronizzate con un futuro che solo i loro autori visualizzavano, le 10 aziende più innovative del mondo sono oggi modelli di business esemplari.

Fast Company, la rivista americana del business, inserisce al top della classifica delle imprese più innovative del 2017 nomi celeberrimi, accomunati da esordi incerti in un mare di scetticismo, eppure in grado di affermarsi in pochi anni, fino al punto di influenzare in modo profondo il mondo dell’economia.

Amazon, la più grande società del commercio online, riconosce fra le chiavi del suo successo la capacità di intercettare e soddisfare con grande tempismo le richieste dei propri clienti. Acquistare su Amazon è sinonimo di assortimento sterminato, convenienza, ottima assistenza e soprattutto tempi di consegna eccezionalmente rapidi.

Google si è imposta per l’alta qualità dei servizi web che offre, dal motore di ricerca al browser, da Gmail a YouTube, Picasa, Google Maps, Google+, etc, fino ad assumere una posizione di privilegio che si traduce, per l’azienda, in introiti pubblicitari stellari. Dietro le quinte di Google risiede un’attenzione costante per l’innovazione che man mano amplia gli orizzonti del suo business. Più che un insieme di servizi, Google si può definire l’interfaccia per antonomasia per accedere al mondo virtuale. Il suo posto nella classifica 2017 si deve allo sviluppo della memoria fotografica, che evidenzia i cambiamenti cronologici fra immagini con identico soggetto.

Con Uber, modello di impresa basata sulla sharing economy, in cui autisti e clienti interagiscono in modo diretto grazie a un’app, lo status di innovatrice si deve all’implementazione del self-driving, il futuro è l’auto priva di conducente.

Senza Apple, esisterebbero gli smartphone? Pochi lo ricordano, ma la diffusione di questi dispositivi, si deve a un’intuizione di Steve Jobs. Le idee “Think different”, sempre segnalatrici di qualità e avanguardia, spiegano facilmente perché i clienti Apple rimangono fedeli al brand dell’azienda più innovativa del mondo. la creatività e l’approccio per l’hardware e il software engineering non è mai stato più ambizioso.

Snap rappresenta un binomio vincente fra dinamismo e condivisione. La nuova piattaforma social deve la sua popolarità all’immediatezza e semplicità di utilizzo: tramite l’app si possono inviare messaggi, video ed immagini che durano 10 secondi, al termine dei quali lo ‘snap’ viene automaticamente eliminato, timing sufficiente per gli snapchater e ottimo per contenere i costi della piattaforma. Snapchat oggi è anche altro: già in commercio nel mercato statunitense, gli Spectacles, occhiali da sole smart dotati di wifi e microtelecamera.

Facebook è una calamita irresistibile per oltre un miliardo di utenti. Ai quali il portale offre gli annunci giusti al momento perfetto, offrendo un esempio da non perdere. Il prossimo passo è Facebook 360, la prima app del gruppo interamente dedicata alla realtà virtuale, destinata ai possessori del VR, il visore di punta del gruppo sudcoreano Samsung.

Netflix è il futuro dell’entertainment. Leader nel settore streaming on demand e negli ultimi anni anche nelle produzioni originali sempre di grande successo. L’innovazione di Netflix? Riuscire a rendere divertente il surfing sul suo sito trasformando i bisogni del pubblico in nuove abitudini e in valore reale da proporre.

Twilio offre servizi di messaggistica per una clientela B2B, con un utilizzo davvero innovativo del cloud che permette agli sviluppatori di personalizzare servizi telefonici e SMS secondo le proprie esigenze. E’ tra le aziende più innovative perché sta rivoluzionando il mondo del customer service, puntando allo sviluppo di software e hardware in grado di sostituire risorse umane.

Chobani rappresenta un modello di business innovativo atipico, in cui i soci dell’azienda che vende yogurt greco per un fatturato annuo miliardario sono i dipendenti. Le soprese non finiscono qui: il fondatore di Chobani, Hamdi Hulukaya, non ha mai investito in pubblicità, contando invece sulla bontà del suo prodotto.

Spotify, servizio musicale streaming che vanta oltre 100milioni di utenti, ha elaborato un algoritmo che prevede il futuro successo degli artisti ed è anche fautrice di uno strumento promozionale che crea una playlist personalizzata basata sugli ascolti precedenti dell’utente.

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedIn