L’INGLESE È DAVVERO COSÌ IMPORTANTE? 3 MOTIVI PER STUDIARLO

inglese importante lavoro

21 Nov L’INGLESE È DAVVERO COSÌ IMPORTANTE? 3 MOTIVI PER STUDIARLO

 

Conoscere l’inglese può essere la chiave per un posto di lavoro

Conoscere l’inglese ormai è quasi un luogo comune nella lista delle caratteristiche che un candidato a un posto di lavoro deve avere. Lo diamo per scontato, magari senza riflettere al meglio sul perché la conoscenza di questa lingua straniera sia così richiesta dalle aziende; ecco qualche indizio: c’entrano la facilità di apprendimento, la diffusione, l’egemonia culturale ed economica. Chi è ancora dubbioso sull’utilità dell’inglese in ambito business – ehi, una parola inglese! – si ricrederà alla fine di questo articolo, ne siamo sicuri: scoprirete i motivi principali per cui imparare l’inglese vi farà fare un passo avanti nel mondo del lavoro.

L’inglese è parlato e studiato in tutto il mondo

L’inglese è una lingua franca – come il latino nel medioevo e il francese nell’800 –, è diffusa in tutto il mondo e ciò permette a chi la padroneggia di viaggiare da un capo all’altro del globo con la sicurezza di essere sempre compreso dalle persone con cui entra in contatto. Certamente se ne vede lo scopo a livello commerciale: poter comunicare con un cliente o partner in tutte le regioni del mondo è davvero importante.

In più, l’inglese resta la prima lingua parlata nel mondo, come racconta il Corriere della Sera in questo articolo: i parlanti sono 1 miliardo e 212 milioni comprendendo inglesi, americani e Paesi del Commonwealth o ex-colonie, dove è affiancata ad un’altra lingua. Segue poi il mandarino con 1 miliardo e 107 milioni di parlanti, l’Hindi e Urdu con 697 milioni e lo spagnolo con 512 milioni. Direte: allora perché non imparare qualcuna di queste lingue, anziché l’inglese, considerando anche la crescita economica più che positiva della Cina?

Dovete pensare che oltre i parlanti madrelingua, ci sono tutte le persone che studiano l’inglese come seconda lingua, e che questi si trovano in tutte le zone del globo, non solo negli stati in cui è lingua ufficiale. Ciò significa che sarete in grado di dialogare ovunque – o quasi – vi sposterete.

L’inglese è facile da apprendere

Un altro elemento che gioca a vantaggio dell’inglese nella scelta delle lingue da imparare è la relativa semplicità di apprendimento. Si evidenzia spesso come l’italiano sia una lingua più ricca dell’inglese, con una maggior varietà di espressione, di sfumature: questo può essere un pregio, ma in ambito lavorativo anche un difetto. Pensiamo a quanto è importante la chiarezza e la velocità in una comunicazione di affari: è meglio, in questo caso, una lingua che favorisce queste caratteristiche. Le parole in inglese sono in maggioranza bisillabiche, la sintassi è lineare e prevede una successione abbastanza codificata di elementi: insomma, ben diverso dall’italiano, con eccezioni, costruzioni complesse che lo rendono difficile da imparare.

L’inglese è la lingua del web e degli affari

Navigare in rete fa parte della nostra quotidianità, non solo per divertimento, ma anche per studiare e approfondire nuovi argomenti. On-line si trova tantissimo materiale, di cui una gran parte in inglese: questo perché per molti studiosi è la lingua ufficiale per le pubblicazioni, e lo stesso vale per i professionisti.

Rimanere aggiornati significa essere un passo davanti agli altri: leggere direttamente le fonti in lingua originale significa anticipare la concorrenza nel proprio settore, che magari aspetta che il testo venga tradotto – se e quando – in italiano.

Questi secondo noi sono i tre motivi principali per cui studiare l’inglese è fondamentale sul lavoro, cosa che possiamo confermare direttamente, con la nostra stessa esperienza. Milano è una città cosmopolita, i nostri clienti vengono da tutte le parti del mondo: qui in A&B per le office manager è importante avere un buon livello di inglese, per accoglierli e comunicare nel modo migliore possibile.

Oltre alle lingue, ci sono altri modi per spiccare sul lavoro
Leggi il nostro articolo sulle Soft skills
Tags: