GESTIONE DEL TEMPO: 4 REGOLE FONDAMENTALI

22 Mar GESTIONE DEL TEMPO: 4 REGOLE FONDAMENTALI

Durante la giornata il tempo è sempre poco tra il lavoro, le cose da fare e gli imprevisti. Ma bastano 4 regole per imparare a gestirlo in maniera più efficiente, migliorando così anche la propria vita.

Per partire con il piede giusto è bene iniziare presto e non rimandare le attività. Organizzare il lavoro e rispettare le priorità è fondamentale per un’ottimale gestione del tempo, puntando dritti all’obiettivo. Stilare una lista di cose da fare permette di sfruttarlo al meglio, guadagnandone una preziosa fetta. Raggruppare insieme le attività simili aiuta a trarre vantaggio dalle sinergie, senza dover saltare da un contesto all’altro e ricominciare ogni volta da zero. Ciò che conta è fare senza “strafare”, mantenendo alta la concentrazione. Come? Focalizzandosi su una cosa alla volta e procedendo in ordine di importanza.

Le distrazioni sono sempre dietro l’angolo a casa e all’aperto come in ufficio: persone che parlano, telefoni che squillano, social network che “tentano” da qualsiasi schermo acceso. Evitare le distrazioni e le perdite di tempo consente di dedicarsi pienamente alle attività da portare a termine senza ritrovarsi alla sera con una lunga lista di lavoro da smaltire. Anche sfruttare i tempi morti va a vantaggio della produttività: per esempio in autobus o durante un’attesa si può leggere un libro o ascoltare musica, creando così l’occasione per coltivare i propri hobby.
Non perdere tempo significa anche non fissarsi troppo sui dettagli, piuttosto andare avanti anche se non tutto è perfetto come si vorrebbe; darsi una scadenza da rispettare per compiere un lavoro; dosare le pause durante la giornata per rigenerarsi senza perdere il ritmo.

Fare tutto da soli quasi mai ripaga lo sforzo se il carico di lavoro è eccessivo, meglio delegare compiti ed attività per guadagnare tempo prezioso. Privilegiare la qualità alla quantità richiede di concentrarsi su una cosa alla volta per non stressarsi troppo e commettere errori banali dovuti alla fretta.
Bisogna anche imparare a dire no, impegnandosi solo verso cose importanti che si è certi di poter portare a termine.
Dormire regolarmente 8 ore, curare la propria alimentazione, fare sport, non trascorrere tutti i weekend lavorando al pc, sono aspetti che migliorano la qualità di vita di una persona. Vivere bene aiuta a lavorare meglio perché rende più produttivi e grintosi in qualsiasi attività quotidiana. Anche pensare positivo, mostrarsi aperti e curiosi, essere dinamici, divertirsi persino in ufficio, sono tutt’altro che dettagli, ma imperativi per chi si propone di trarre il massimo dal proprio tempo ed avere una marcia in più.

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedIn