COME CAMBIARE CARRIERA: LE VALUTAZIONI E I PRIMI PASSI DA FARE

cambiare carriera

05 Dic COME CAMBIARE CARRIERA: LE VALUTAZIONI E I PRIMI PASSI DA FARE

 

Tutte le domande da farsi prima di cambiare carriera

Dopo 10 anni di lavoro ti sei accorto che, in realtà, non stai andando da nessuna parte? La carriera che hai seguito finora non è così entusiasmante come ti sembrava a vent’anni, oppure sei convinto di aver già appreso gran parte di ciò che serve e – cosa peggiore – non hai più stimoli? Se queste riflessioni non si limitano a qualche “periodo no” ma sono ricorrenti e sempre più insistenti, forse è arrivato il momento di cambiare carriera.

Diciamo forse, con grande cautela, perché cambiare carriera a 30 come a 40 anni è un salto nel vuoto, con una rete di sicurezza dalle maglie molto sfrangiate. Ci vuole allora grande coraggio, ma soprattutto grande consapevolezza: per contrastare la paura, legittima, di fallire o prendere la decisione sbagliata è fondamentale interrogarsi su obiettivi, ostacoli da affrontare e prendere bene le misure delle proprie capacità.

Ecco allora i suggerimenti di A&B per decidere se cambiare carriera o meno, divisi nei due aspetti che riteniamo fondamentali per prendere la decisione più giusta.

Primo passo: riflessione

È il momento di analizzare la situazione: da cosa nasce il desiderio di cambiare carriera? Abbracciare il cambiamento e farlo proprio è una gran qualità, ma scegliere una nuova strada per i motivi sbagliati è più simile a una fuga. Quindi la prima mossa è darsi degli obiettivi e capire se la nuova carriera porterebbe in quella direzione: hai un’idea imprenditoriale in mente, oppure hai intuito che il mondo sempre più onnipresente del digitale sia l’opportunità da cogliere?

In questi casi, non esitare: metti da parte le paure del fallimento – da considerare però, con un eventuale piano B – e inizia a pianificare il tuo futuro lavorativo.

Organizzarsi significa anche ragionare sugli step da seguire: nel caso volessi passare da un’azienda e una posizione a un’altra – ad esempio dall’essere grafico in un’azienda di comunicazione a diventare project manager per un’azienda dolciaria – puoi procedere per gradi, ad esempio verificando se nella tua attuale azienda sono aperte le nuove posizioni che ti interessano e, in un secondo momento, proporti all’azienda dei tuoi sogni avendo acquisito già qualche competenza propria del nuovo ruolo.

Questo processo non solo è adatto a chi vuole rimanere dipendente, ma è un buon modo di procedere anche per chi vuole cambiare carriera diventando freelance: si può iniziare a esplorare il mondo della libera professione sottoponendo al proprio capo dei progetti già confezionati in ogni parte, proprio come farebbe un freelance, e verificare così le proprie competenze e capacità commerciali.

La vita in ufficio ti va stretta?
Scopri come fare per lavorare viaggiando

Secondo passo: studio e ricerca

Dopo aver deciso che sì, veramente cambiare carriera è la scelta giusta, ci vuole un gran lavoro fatto di preparazione, studio, ricerca e anche di networking. Ripartire con un nuovo percorso lavorativo significa scegliere un nuovo ambito dove, magari, i dieci anni di carriera alle spalle contano davvero poco. L’esperienza accumulata, però, aiuta a ragionare sulle reali opportunità della professione tanto agognata, sicuramente con maggior lucidità rispetto a un ventenne uscito dalle scuole; e poi, bisogna considerare il tuo network: persone che possono dare consigli oppure diventare i primi clienti.

Studiare il mercato, la disparità tra domanda e offerta per la figura che ti interessa nel territorio in cui vivi sono passaggi imprescindibili, che fanno la differenza tra un flop e una nuova carriera di successi.

Ultimo consiglio: torna a studiare; solo così potrai colmare il divario tra te e chi è già nel settore, unendo l’entusiasmo alla giusta formazione.

Questi due step sono gli ingredienti principali per cambiare carriera nella maniera meno traumatica possibile: prepararsi in modo solerte e con gli occhi bene aperti al cambiamento, per non tornare più indietro una volta attraversata la nuova soglia.

Se ti serve spazio per una nuova attività
A&B è il posto giusto: vieni a conoscerci